Stagione 2002/2003 Coppa Italia Serie D: Sansovino – Isernia


1

2

3

4

Pubblicato su Cherostory. 30 Comments »

30 Risposte to “Stagione 2002/2003 Coppa Italia Serie D: Sansovino – Isernia”

  1. uomoparete Says:

    Chiedo scusa a tutti per il lungo periodo di assenza. Un po’ alla volta vediamo di riattivare questo spazio.

    PS: Solidarietà da parte mia a chi si prende un daspo per aver esposto uno striscione. Siamo arrivati al ridicolo.
    Ad ogni modo, ci sono decine e decine di sentenze dei Tar di tutta Italia che hanno annullato daspo emessi per esposizione di striscioni, anche offensivi, poiché non si può interpretare come incitamento alla violenza.
    Quindi il consiglio è di fare ricorso con un buon avvocato. E’ una bella spesa, ma ne vale la pena.

  2. goran Says:

    Otiii i capelli” oasis”! Ahhhhh

    Appoggio il post di parete solidarietà a chi subisce sts cose assurde, ed io ne so qualcosa.

  3. LUNGA VITA AGLI ULTRAS Says:

    guarda r capill miei cretino!

  4. aesernia Says:

    sez. BH 90210

    c’e anche il profilo best companyyyyyy, Steveeeeeeeee

    Ragazzi oggi ti diffidano anche se sei passato ad altra vita. Non mi sorprende più nulla. E’ un mondo finito quello nostro, abbiamo vissuto gli anni migliori fortunatamente, mi dispiace per le nuove leve. ITALIA PAESE DI MEDIOCRI.

  5. stefano 1920 Says:

    Purtroppo il mondo ultras è finito!!!!

  6. goran Says:

    1920 lo sai che a sta partita un tossico di termoli che mi chiese i soldi spicci alla stazione tiburtina 4 mesi prima di nottd lo ritrovammo all autogrill che chiedeva sempre i soldi con una busta vuota faceva finta che dovevavtornare a casa lo riconbbhi non ti dico le risate. E da buon isernini non ebbe nulla ma ninmperche di termoli ma perché si doveva comprare la roba!

  7. goran Says:

    Bei ricordi.

  8. uomoparete Says:

    Carrella e Padovano che promettono la Lega Pro??? che coraggio, chiss n’tienn na lira! Tra un po viene a bussare anche Calarco e chiudiamo il cerchio.
    Comunque non è che si cade dalle nuvole. Già da un po’ si sapeva del loro interesse. Il fatto è che il calcio si fa con i soldi e mi dispiace per loro, ma hanno ampiamente dimostrato di non poterlo proprio fare.
    Piuttosto, se è vero che c’è la possibilità che gente di Isernia si organizzi, è ora che tutte le parti in causa, cioè squadra, società, tifosi e soprattutto Comune, lavorino per questa soluzione.
    Gente di fuori è meglio che stia alla larga. Abbiamo già dato.

  9. adrenalina Says:

    No ai clandestini in centro città

  10. adrenalina Says:

    Saionara vaffanculo

  11. PitoCKo Says:

    Il capo magro? L’avevo rimosso!

    • Ultras dellla maglia Says:

      Casa pound isernia non si sanno neanche legare le scarpe. 4 disadattati esclusi dalla vita sociale che si sfogano così. Come il disadattato di ezra pound, che avrebbero infornato per primo.
      Meglio mille africani che uno solo di loro.

      • Baffo Says:

        …condivido totalmente le parole di Ultras della maglia.

        • intolerrante Says:

          anche a me non sono mai andati giù, ma sono gli unici che ad Isernia hanno fatto politica vera negli ultimi tempi. Che siate d’accordo o meno nella nostra città la politica non esiste più o meglio si sfrutta in nome del profitto o dell’immagine dei soliti noti. Quindi ben venga casapau. Meglio questo tipo di aggregazione che il vuoto dei 2000 bar e dei selfie. So che molti di noi parteciperanno alla manifestazione di mercoledì.

          • Ultras della maglia Says:

            Avete ritto il cazzo con sta casa pound e coglioni appresso.
            È un blog ultras

  12. Ultras della maglia Says:

    Leggendo il giornale di oggi nell’articolo sulla raccolta fondi figura il nostro nome. È stata una leggerezza del ragazzo che ha realizzato la pagina. Che fin da ieri ha corretto la dicitura
    Errore fatto a fin di bene ma che è giusto chiarire.
    Da tifosi ci sarà chi contribuirà ma l’iniziativa è della squadra/società

    • uomoparete Says:

      Si è stato un errore legato alla poca conoscenza delle nostre dinamiche.
      Comunque gli va dato atto che è una bella iniziativa. Può senz’altro smuovere questo clima di immobilismo da parte delle istituzioni. Contribuiamo!

  13. Ultras della maglia Says:

    Così come ci tenevo a precisare che nessuno del gruppo ha partecipato a manifestazioni dei 15 sfigati di casa pound ieri.
    Internet e mitomania prendono il sopravvento spesso

  14. aesernia Says:

    x ultrasdellamaglia e uomoparete:
    state facendo troppe precisazioni sulle precisazioni, se continuate così vi assumono i Giovani Democratici🙂

  15. sempre gli stessi Says:

  16. uomoparete Says:

    Quasi definita la composizione del girone F nella prossima stagione. Seguendo la classica definizione territoriale (Marche, Abruzzo, Molise), a meno di malaugurate defezioni, le squadre al via sarebbero Avezzano, Montegranaro, Isernia, Fano, Sambenedettese, Campobasso, San Nicolò, Chieti, Civitanovese, Matelica, Giulianova, Fermana, Jesina, Termoli, Recanatese e Amiternina.
    Restrebbero due posti, di cui uno potrebbe essere colmato dal Monticelli, squadra di un quartiere di Ascoli Piceno che oggi si gioca la finale playoff. In caso contrario verrebbero riempiti da squadre limitrofe o ripescate.
    In caso di defezioni, si potrebbe aprire la porta del ripescaggio per varie squadre, Agnonese su tutte visti gli 8 anni consecutivi in serie D.

    Isernia F.C. l’eterna incognita. Ne sapremo di più nelle prossime due settimane.

  17. uomoparete Says:

    Oggi la Civitanovese è stata dichiarata fallita dal tribunale di Macerata. Ci sarà un’asta per verificare eventuali intenzioni d’acquisto, ma molto probabilmente la partecipazione alla serie D è compromessa per questioni di tempistica.
    Così scendono a 15 le squadre attualmente in lizza per un ipotetico girone F con Marche, Abruzzo e Molise.
    I ripescaggi non sono ancora aperti poiché sono ancora 3 le squadre in sovrannumero, nonostante le defezioni di Savoia, Neapolis e Civitanovese. Si prevedono comunque ulteriori rinunce.
    Tra queste, quella molto probabile del Giulianova che per dichiarazione del suo presidente non si iscriverà al prossimo campionato di Serie D. Isernia e Termoli restano delle incognite…mentre per le altre non ci dovrebbero essere problemi.
    In caso di iscrizione sia del Termoli che dell’Isernia e di ripescaggio dell’Agnone, tre posti verrebbero riempiti da squadre di regioni limitrofe per arrivare a 18.

    • peppe Says:

      Diciamo che Termoli e Isernia hanno un piede e mezzo nella fossa (sperando di sbagliarmi).
      L’Agnone, per come sta combinato, se ufficializza la domanda di ripescaggio al 90% sarà in Serie D…. paradossalmente si rischia la “beffa” di vedere loro in D e non Isernia e Termoli che ne avrebbero il diritto sportivo acquisito sul campo.
      In bocca al lupo perchè ne serve sia a noi sia a voi.

      • Baffo Says:

        …questo è il Calcio Moderno, Peppe, come ben sai…i meriti sportivi non contano quasi più: oggi, se cacci la moneta, puoi fare pure la Lega Pro. Tra scandali e corruzione all’ordine del giorno, ripenso sempre più con nostalgia ai decenni che furono. Come cantavano gli Articolo 31 “…ho tanta nostalgia degli Anni 90!…”

        • aesernia Says:

          questo non creto, come direbbe l’eccellente Razzi. Nell’ultima stagione ci sono stati dei casi che fortunatamente fanno passare la criminalità-monetaria del pallone in secondo piano. A cominciare da Carpi e Frosinone, fino ad arrivare dalle nostre parti. La Maceratese ha certamente speso meno di Sambenedettese e Cb, il Fano partito per salvarsi si è ritrovato ad un passo dal paradiso con un capocannoniere del torneo(Sivilla) sul groppone, giocato forse il miglior calcio del girone. Ci vuole la moneta senz’altro, ma conta anche la testa e l’intelligenza nel gestirla.

          il vecchio aesernia

          • Baffo Says:

            …senz’altro Aesernia, però sono fatti -per l’appunto- episodici. Anche l’Isernia ha fatto un campionato straordinario, laddove i calciatori senza stipendio e senza alcuna certezza, hanno ammazzato ogni concorrenza vincendo l’Eccellenza in maniera netta, come non si vedeva da anni. Stesso discorso a Tremuli, dove alla fine del girone d’andata erano retroCessi, mentre alla fine del ritorno un altro po’ andavano in zona play-off…Ma sono fatti episodici, tant’è che quest’anno entrambe le compagni rischiano di saltare in aria. Ed anche le piccole realtà che dici tu, funzionano soltanto perché dietro c’è la moneta…vedi il Sassuolo, che ha dietro Squinzi, che ha addirittura “usurpato”, comprandolo, lo stadio alla Reggiana…più Calcio Moderno di così!…e ricordi il Gallipoli qualche anno or sono?…dietro c’era Barba, conosciuto come l’Abramovic del Salento…portò addirittura la squadra in Serie B…finito Barba (e finita la moneta), cos’è rimasto del Gallipoli?!…i tempi del buon Rozzi (oggi abbiamo Razzi!…che tristezza) o di Tonino Molinari (tanto per restare dalle nostre parti) sono finiti da un pezzo e non torneranno più…e Carpi e Frosinone corrono lo stesso rischio una volta che finirà la moneta…è tutto business, nient’altro. Il Calcio romantico di una volta è finito per sempre e non c’è un cazzo da fare. Parere mio, ovviamente.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...