ne tradizione, ne distinzione…la fiera delle cipolle 2012


Tradizioni che si perdono nel tempo…Mi ricordo che da piccolo quando andavo alla fiera vedevo ancora le cipolle. ora sfido chiunque a trovarle.
Mi chiedo a cosa sia servita una pro-loco in questi anni se abbiamo perso completamente il nostro essere autenticamente isernini e tutte le tradizioni che ci hanno sempre contraddistinto come la fiera delle cipolle, il tombolo, la cucina tipica.
Per carità parlo da perfetto ignorante. Non conosco bene le iniziative portate avanti dalla pro-loco in questi anni ( anche se questo è sintomatico perchè io vivo a isernia ), però penso che sia stato totalmente fuori luogo concentrare migliaia e migliaia di euro per l’organizzazione di un festival di musica che poco c’entrava con il nostro territorio…per poi vedere, per il resto dell’anno, il nulla più assoluto.(uomoparete)

About these ads

15 Risposte to “ne tradizione, ne distinzione…la fiera delle cipolle 2012”

  1. aesernia Says:

    Parole sacrosante del nostro fratello Parete.
    Erano anni che non facevo due passi per le bancarelle. Quest’anno sono tornato a farlo. Disgusto totale per la volgarità d’animo e di cultura nel quale gli isernini affrontano quella che prima era una festa cittadina pregna di autenticità culturale della nostra terra e dei nostri sapori.
    Oggi lo spazio riservato alla cipolla e confinato alle solite(CHE DIO LE STRABENEDICA) poche virtuose signore anziane, ultime e gloriose portavoce sane di cultura popolare cittadina.
    Tra il caldo, spiccava la musica assordante e fastidiosa di una bancarella che promuoveva il made in “isernia” in piazza stazione. Vi invito a visitarla: simbolo all’inneggiare della bassezza sociale in cui è caduta la nostra gioventù.
    VI MERITATE GIGIONE!!!!

    Paranoietta88diunagenerazionechenonesistepiù…

  2. uomoparete Says:

    uèèèè perchè io faccio le amichevoli con le squadre di serie B eh? :)

  3. Isernia avèc nous Says:

    dalla mia stanza si intravedeva uno scorcio della fiera,da bambino mi svegliavo alle 7 e correvo alla finestra..per me significava tantissimo, era appartenenza, orgoglio e tradizione…il tempo lenisce certe emozioni, ma quando vado indietro con la mente, mi batte ancora il cuore….!!!!

  4. goran Says:

    GRANDE QUESTO COMMENTO

  5. avamposto Says:

    da gaudenzi68PESCARA. La società “Sorgente Santa Croce” è vicina a chiudere l’accordo con il Pescara Calcio in vista della prossima stagione in Serie A. Lo rende noto un comunicato dell’azienda redatto a margine di un incontro nello stabilimento di Canistro tra il presidente della società di imbottigliamento dell’acqua, Camillo Colella, e il patron del Pescara Calcio, Daniele Sebastiani. Un incontro finalizzato a mettere a punto l’operazione tesa a far divenire Santa Croce main sponsor del team calcistico abruzzese. Al confronto hanno partecipato rappresentanti locali tra cui il vice presidente della Regione Abruzzo, Alfredo Castiglione, l’assessore regionale Angelo Di Paolo, il vice sindaco di Canistro, Paolo Di Pietro, e il consigliere del comune marsicano, Giovanni Paolo Palermini. «Santa Croce in questi anni», afferma il presidente Camillo Colella, «è stata vicina alla realtà abruzzese colpita dal terribile sisma e, tra l’altro, ha sponsorizzato numerosi eventi sportivi ed è stata per diverse stagioni anche sponsor del Luco Canistro che milita in serie D. Adesso abbiamo deciso di approntare tale progetto per dare una nuova e più forte immagine al nostro marchio. Il nostro fine, in pratica, è di creare», conclude Colella, «una partnership in grado di gettare le basi per un percorso di crescita e successo comune, non limitato ai confini nazionali».

  6. Ultras della maglia Says:

    Ho letto ques’intervento di buffon.
    Non è la prima volta che parla in questi toni, mai banali.

    “Siamo lì ragazzi… siamo lì tifosi… siamo lì gente… lo stiamo facendo per noi stessi, ma anche per voi, per voi che mi emozionate e mi portate via due ore al giorno per vedere su youtube le piazze in festa, per voi che non ci avete mai abbandonato, per voi che avreste onorato la nostra maglia nella medesima misura in cui la stiamo onorando noi… ma anche per il Sogno”.

    Comincia così il post che Gigi Buffon ha appena pubblicato sul suo profilo ufficiale di Facebook per celebrare la vittoria di ieri sera in semifinale contro la Germania che ha schiuso le porte della finale di domenica contro la Spagna.

    “Il Sogno che ho ritrovato a fine luglio 2011 leggendo ‘Il delfino’ di Bambaren… – prosegue poi Buffon – però stiamo ancora compatti e vigili, nulla è stato conquistato se non l’aver ridato dignità e gioia al nostro paese. In questi momenti mi piace rievocare lo striscione che lessi da ragazzo, quando Supertifo era ancora un mensile che collezionavo e custodivo con accesa gelosia. L’avevano scritto i tifosi foggiani e diceva così: ‘E’ meglio soffrire per poi gioire, che illudersi e poi morire’. Questa e’ anche la motivazione della piccola arrabbiatura del post-gara di ieri sera. Un abbraccio a tutti. AVANTI ITALIA!!!”.

  7. uomoparete Says:

    Due poliziotti di 25 anni di origini siciliane sono stati arrestati a Milano per un pestaggio ai danni di un 63enne avvenuto mentre erano liberi dal servizio il 20 maggio. Le accuse nei confronti degli agenti sono lesioni gravissime, falso ideologico (perché dissero che il 63enne era caduto a seguito di una spinta), calunnia (per accusato la vittima di aggressione). I due sono stati incastrati dalle immagini delle telecamere di sorveglianza.
    “La telecamera posizionata lungo viale Gorizia”, in zona Darsena (erano le 3 di notte del 20 maggio), scrive il pm, “documenta una narrazione del tutto differente”, rispetto a quella riportata nella “relazione di servizio” dei due agenti, i quali avevano detto di essere stati aggrediti dall’uomo che era poi caduto “di faccia”. Sul volto dell’anziano, invece, sono state riscontrate “un impressionante numero di fratture”. E’ stato ricoverato con 40 giorni di prognosi.

    Il pm che si occupa del caso ha spiegato che quella sera tra i due agenti e l’uomo c’è stato “un incontro casuale”. I due poliziotti, a un certo punto, fanno per andarsene e “attraversano la strada”. L’uomo, “certamente alterato da assunzione di alcol” compie un “gesto tanto insensato quanto risibile” e si “toglie la giacca” e segue i due, “rimanendo poi fermo al centro della carreggiata”. Il magistrato ha poi scritto che non si può sapere cosa l’anziano “abbia detto, possiamo ipotizzare che fossero le frasi sconclusionate e, perché no, provocatorie di un ubriaco un po’ molesto”.

    Quello che “nemmeno un pubblico ministero con anni di esperienza quale chi scrive avrebbe mai potuto immaginare è la reazione fredda ma bestiale dei due che dovrebbero essere rappresentanti dell’ordine”. Prima un “pugno” quando l’uomo è ancora in mezzo alla strada, poi “un calcio in pieno volto di violenza inaudita” da parte dell’altro poliziotto. “Nel lieve sobbalzo del corpo – si legge ancora nella richiesta di custodia cautelare – le cui immagini la telecamera impietosamente ci trasmette, sembra poter percepire il rumore delle ossa che si frantumano”. L’uomo esanime viene trascinato dall’altro lato della strada dove l’aggressione prosegue. Le fratture in faccia, una quarantina in totale, sono elencate nelle carte delle indagini.

    Dopo averlo picchiato a mani nude, i poliziotti hanno chiamato il 118 e atteso l’arrivo dei soccorsi. Successivamente hanno dichiarato il falso accusando l’uomo di resistenza a pubblico ufficiale (cosa per cui era stato denunciato), ma le telecamere di vigilanza urbana hanno dimostrato l’infondatezza del racconto.

    Questore: “Agenti che sbagliano pagano il doppio”
    Il questore di Milano, Alessandro Marangoni, ha dichiarato a margine della notizia dell’arresto che “un poliziotto che sbaglia dovrebbe pagare il doppio”.

  8. avamposto Says:

    Parete una vita contro i blu’ grande.

  9. avamposto Says:

    Cherostory?

  10. Giovani&v(light) Says:

    Mamma mia che schifo quella bancarella volevo scrivere la stessa cosa!!! Io sono passato con un mia amica che mi ha anche chiesto Perchè Ero così schifato da quella bancarella, per i primi 5 minuti ho provato a spiegargli qualcosa al 6 minuto mi sono dileguato per la fiera…. Non vi tollero come non tollero LU’FALC’!!!!!!! Isernini mediocri mi state sul cazzo avvisati chi viene in trasferta con quelle magliette prende i calci!!!! Uomo parete mi hanno hanno detto che: http://www.repubblica.it/ultimora/24ore/euro2012-germania-scontri-tra-tifosi-tedeschi-e-italiani/news-dettaglio/4189279

  11. pentro Says:

    prossimi europei sfilate rumene a isernia.. SVEGLIA!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.